17 agosto 2013

100 ragioni per amare il cinema indiano: Aishwarya Rai e il Made in Italy

Aishwarya, Abhishek e Armani - Milano 2010


Aishwarya Rai e Roberto Cavalli - Parigi 2010


Nell'ambiente dello spettacolo e della moda le donne magnifiche abbondano, ma capita di rado che una di loro riesca a stagliarsi al di sopra delle altre sino ad essere unanimemente considerata la più bella del mondo. Di certo l'eleganza e la classe innate, affiancate da una luminosa avvenenza, hanno regalato ad Aishwarya Rai, negli anni migliori, lo scettro di regina.
E gli abiti? Ash è sempre stupenda, però ammettiamolo: la moda italiana ha contribuito a sottolineare lo splendore e il fascino della diva indiana, donandole quel tocco di regalità sofisticata che ha incantato fotografi e fan in ogni angolo del pianeta.
E allora celebriamo questo matrimonio perfettamente riuscito stilando una classifica dei capi italiani indossati da Aishwarya Rai, includendo anche le scelte meno felici.






47 - Milano, 30 aprile 2015. celebrazioni per il quarantennale della casa di moda di Giorgio Armani. Proprio non ci siamo. Il modello è luttuosamente mesto. Seppelliamolo, sussurriamo un requiem e non pensiamoci più.









46 - Berlinale 2009, presentazione del film La Pantera Rosa 2. L'abito firmato da Roberto Cavalli non è fra i migliori. Linea un po' troppo vaporosa, colore un po' troppo squillante, tessuto un po' troppo nyloneggiante. Da soubrette primi anni settanta. Pur rimanendo nel genere, si è visto di meglio.






45 - Aishwarya sembra giovanissima. L'abito dovrebbe essere firmato da Valentino, ma, vuoi per la fotografia poco nitida. vuoi per il cattivo abbinamento con gli accessori, l'indefinibile capo, un po' antiquato, non ci convince. Da Valentino ci aspettiamo di più.






44 - Festival di Cannes 2012. E' l'edizione avvelenata dai commenti negativi sulle rotondità da neomamma di Ash. La diva non cede il passo e l'ammiriamo anche per questo. L'abito è una sorta di caffettano firmato da Cavalli. Le immagini diffuse in rete però mostrano poco e risulta difficile giudicare il capo.






43 - Festival di Cannes 2015, abito di Salvatore Ferragamo. Linea non brutta, ma il capo è un po' mortificante. Anche anonimo. Pollice verso.






42 - Festival di Cannes 2014. Giacca di Cavalli. Anche in questo caso la bassa qualità delle immagini diffuse in rete non aiuta. Lo stampato non pare malvagio. Accettabile.






41 - Glasgow 2014, evento Longines. Il soprabito di Gucci è grazioso, ma nell'insieme il look non regge. L'acconciatura, la borsa, gli stivali. Tutto sbagliato.







40 - Mumbai, dicembre 2013, evento L'Oréal. Fasciante abito di Dolce&Gabbana impreziosito da pizzi e trasparenze. Il colore però (forse a causa dei riflettori?)...






39 - Milano, aprile 2015, celebrazioni per il quarantennale di Armani. Fotografia poco nitida. Completo niente di che, ma nel complesso non dispiace.






38 - Los Angeles 2011, cerimonia di conferimento degli Oscar. Abito Armani. Abbiamo visto di peggio, ma, considerando l'occasione, il marchio e il fatto che si tratti di un abito da sera, il capo, pur non brutto, genera qualche perplessità. Colore poco appropriato? Linea troppo inamidata?






37 - Milano 2010. Aishwarya indossa un abito firmato da Armani in occasione di un evento organizzato dal celebre stilista. Il capo ha poca personalità e una linea incomprensibile. Lo bocciamo.






36 - Londra 2013. Look aggressivo in tono con l'evento: si tratta del concerto benefico The sound of change live, organizzato da Gucci. Aishwarya sembra poco disinvolta, ma l'abbinamento ci piace.






35 - Festival di Cannes 2010. Abito di Emilio Pucci. Fotografia non limpida. Capo da pomeriggio semplice e chic, salvato dallo stampato originale ma non chiassoso.






34 - Vogue India marzo 2015: jeans e blusa a kimono di Gucci. Informale con un tocco di lusso che non guasta mai (a poterselo permettere...).






33 - Mumbai, 1 novembre 2014, 41mo compleanno di Aishwarya. Completo Cavalli. Modello dalla linea rigorosa, fasciante ma non troppo formale. Lo includiamo nel carrello, sì.









32 - Mumbai, agosto 2014, evento Longines. Abito Gucci. Scelta davvero azzeccata. Carinissimo l'abitino corto, fra il marziale e lo sbarazzino. Stivali, acconciatura, make up: tutto in perfetto accordo.






31 - Milano 2010, sfilata di Giorgio Armani. Aishwarya, accompagnata dal marito Abhishek, è seduta in prima fila accanto ad un certo Clooney. Ash indossa un tailleur raffinatissimo, e la capitale della moda si innamora all'istante di lei. Lo stesso Clooney non rimane indifferente...






30 - Non sappiamo a quando risalga lo scatto, ma la linea tutta mediterranea dell'abito scuro a pois firmato da Dolce&Gabbana ci ha subito conquistato. Ash si concede in una posa sbarazzina che mitiga il rigore da maliarda di altri tempi del capo in questione.






29 - Vogue India luglio 2010. Vi piace l'abitino stampato di Gucci? Di grande effetto, vero?







28 - Vogue India marzo 2015. Completo di Cavalli. L'optical bianco e nero non stanca mai, non è mai fuori moda, non passa mai inosservato. Se poi la modella è Ash...







27 - Amsterdam 2005, cerimonia di conferimento degli IIFA. Il tailleur nero con pantaloni firmato da Armani è elegantissimo. La giacca scollata sulla schiena un classico.









26 - Festival di Cannes 2010, red carpet per Wall street: il denaro non dorme mai. Abito plissettato di Gucci impreziosito da una profonda scollatura sulla schiena. Avete presente l'espressione 'vestito che cade benissimo'? Ecco.





25 - Festival di Cannes 2008, red carpet per Vicky Cristina Barcelona. Scollatura originale per l'abito dal colore vivace firmato da Cavalli.






24 - Vogue India, ottobre 2008. La fotografia non rivela molto dell'abito Valentino indossato da Aishwarya, però la scollatura morbida e il tessuto avvolgente intrigano.










23 - New York 2009, prima de La Pantera Rosa 2. Abito di Alberta Ferretti. Semplice ma elegantissimo. Promosso a pieni voti.






22 - Festival di Cannes 2010, Vanity Fair Gucci Party. A meno che le notizie recuperate in rete non siano corrette, sorprende il fatto che Aishwarya indossi un abito firmato da Emilio Pucci (e non da Gucci). Il capo è lineare e impeccabile, e conquista con la sua semplicità.






21 - Roma 2010, serata di gala organizzata da Longines. Aishwarya sfoggia un sontuoso abito firmato da Gucci. Noi purtroppo non c'eravamo, ma certo non è difficile indovinare il nome della più bella del reame Longines...





20 - Delhi 2012, evento Longines, Aishwarya si impone all'attenzione dei presenti con un magnifico abito dall'effetto optical firmato da Dolce&Gabbana.





19 - Vogue India, febbraio 2011. Aishwarya è stratosferica con questo cortissimo abito bianco firmato da Valentino.









18 - Festival di Cannes 2011, red carpet per Sleeping beauty. Il premio dell'originalità viene assegnato a questo rigoroso abito, geometrico e bicolore, firmato da Armani. Ash cattura l'attenzione dei fotografi, e viene accolta al festival da una pioggia di flash.






17 - Festival di Cannes 2013, red carpet per Cleopatra. E' Gucci a firmare uno dei capi più fotografati al festival. Aishwarya è statuaria, ed incede come una dea.









16 - Festival di Cannes 2008, red carpet per Cecità. Abito Cavalli. Impeccabile, forse poco originale (anche un po' stropicciato...), ma perfetto per l'occasione.






15 - Festival di Cannes 2009. La linea scivolosa di quest'abito firmato da Cavalli è da manuale. Farebbe sembrare anoressico anche un ippopotamo.






14 - Festival di Cannes 2008, red carpet per Kung Fu Panda. Tessuto riccamente decorato, tono su tono, per il sontuoso abito firmato da Armani. Peccato per la pettinatura un po' infelice, ma il capo è davvero invidiabile.





13 - Vogue India, ottobre 2008. Un magnifico corpetto impreziosisce il lussuoso capo firmato da Armani. L'abito sembra creato per Ash, e la diva lo indossa con grande naturalezza.






12 - Festival di Cannes 2007. Aishwarya ed Abhishek Bachchan, neosposi, sfilano sul red carpet per Un bacio romantico. Il sontuoso abito bianco indossato da Ash è firmato da Armani.









11 - Vienna 2013, evento Life Ball. Luminoso abito da sirena, firmato da Cavalli, che fascia la diva indiana donandole una silhouette sfilata e sinuosa.









10 - Festival di Cannes 2014, evento amfAR. Abito Armani. Capo magnifico. Acconciatura magnifica. Make up magnifico, Accessori magnifici. Un'apparizione.









9 - Festival di Cannes 2014, red carpet per The search. Abito Cavalli color ghiaccio. Inattaccabile.






8 - Vogue India luglio 2010. Come trovare un difetto a questo stupendo abito di Cavalli? Provateci. Meglio: non perdete tempo.









7 - Festival di Cannes 2009, cerimonia d'apertura. L'abito bianco firmato da Cavalli non è il massimo della sobrietà, ma è talmente scenografico che non possiamo non ammirarlo a bocca spalancata. Una donna regale come Ash può permettersi un capo così appariscente senza risultare chiassosa. E lo strascico è di quelli che tutte noi vorremmo sfoggiare almeno una volta nella vita.












6 - New York 2005, prima di Matrimoni e pregiudizi. L'abito firmato da Gucci non è indimenticabile. Troppo dorato. Linea pasticciata, con drappeggi maldestramente inseriti. Ma lo splendore di Aishwarya - davvero al top della forma -, la pettinatura da diva e il look nel suo complesso si guadagnano un'ottima posizione in classifica.









5 - Festival di Cannes 2005, red carpet per Match point. Eccoci nella top five. L'abito a fiori di Armani ci stimola l'aggettivite: effervescente, frizzante, leggero, primaverile, fresco, brioso, spumeggiante, festoso, fragrante. Vorremmo l'armadio pieno di capi così.








4 - Londra, dicembre 2014, concorso Miss Mondo. Abito Cavalli. Aishwarya viene incoronata Most successful Miss World, e il capo che indossa è abbagliante. Di più: siderale.





3 - Parigi 2010, celebrazione del quarantennale della casa di moda di Roberto Cavalli. La diva indossa un altro splendido capo dalle suggestioni lunari. Siamo accecati.









2 - Festival di Cannes 2005, cerimonia di apertura. Abito di Gucci. Elegante e sensuale in un colpo solo. Scollatura da urlo. Inserti strategici in pizzo. Capo D-I-V-I-N-O.















1 - Festival di Cannes 2010, red carpet per Tournée. Abito di Armani. Ash incarna la Diva senza tempo, e ci riporta d'un balzo alle atmosfere della dolce vita romana e del cinema classico di Hollywood. Ci aspettiamo da un momento all'altro di veder spuntare Mastroianni o Cary Grant al braccio dell'attrice indiana. Aishwarya non è mai stata così voluttuosa e ammaliante. Armani è da standing ovation. Come si fa a non amare un uomo che crea abiti così?












1 (ex aequo) - Festival di Cannes 2014, red carpet per Due giorni, una notte. Scintillante, sfavillante abito di Cavalli. Aishwarya brilla di luce propria e risplende come una stella. Cavalli è da standing ovation. Come si fa a non amare un uomo che crea abiti così?